Saturday, June 03, 2006

Dati che provano la complicita' della "sinistra" con la P2

Il quotidiano L'Unita' durante la campagna elettorale del 1994 mai ha accennato alla vicenda del libro di Ruggeri-Guarino, mai ha informato i suoi elettori che la tessera P2 1816 aveva tentato di chiudere la bocca ai 2 giornalisti. Mai neppure ha ricordato che la tessera P2 1816 era anche il matricolato bugiardo n. 97 n. 215/89 Reg. Gen. della Corte di Appello di Venezia.

Perche' allora L'Unita', il 23-01-2006, con ben 12 anni di ritardo, ha pubblicato la Striscia Rossa seguente :

Il recidivo.<<… ne consegue che il Berlusconi ha dichiarato il falso (con) dichiarazioni menzognere… e compiutamante realizzato gli estremi obiettivi e subiettivi del delitto di falsa testimonianza….. Ma il reato va dichiarato estinto per intervenuta amnistia>> Dalla sentenza della Corte di Appello di Venezia (22 ottobre 1990).
http://xoomer.virgilio.it/pcampoli/20060123-Unita.pdf

Altro dato fresco fresco

11-marzo 2006 : Faccia a faccia a Matrix tra Diliberto e la tessera P2 1816.

Ricordo che Diliberto e' il Guardasigilli che, assieme all'altro Guardasigilli Fassino, dall'ottobre 1998 al marzo 2001 ha tenuto nei cassetti di Via Arenula la Convenzione con la Svizzera sulle Rogatorie.
Per questo motivo fu cacciato Prodi da Palazzo Chigi;
infatti il guardasigilli G. Maria Flick, avvocato senza scheletri negli armadi, non aveva nessun motivo per ostacolare la ricerca della Verita' sui conti bancari Svizzeri;
la motivazione che fu Bertinotti, insoddisfatto della politica sociale del governo Prodi, a far cadere il primo vero governo di sinistra dell'Italia e' FALSA.
E i mandandi di Bertinotti, come tutti sanno, sono gli ineffabili D'Alema e Marini i quali invece, a differenza di G. Maria Flick avevano scheletri (dei rispettivi partiti politici) da occultare.
Questo governo, che durera' poco perche' rappresenta solo gli interessi di una casta politica criminale che ha messo le mani sulle Istituzioni del Paese, ha poi premiato la triade Bertinotti-Marini-D'Alema : Bertinotti con la Presidenza della Camera, Marini con la seconda carica dello Stato, D'Alema con il ministero degli Esteri.
Chi poi il 15-08-1996 rispose ad una giornalista intrigante a proposito dei misteri del Viminale : "Non esistono ne' fascicoli segreti ne' misteri al Viminale", oggi ce lo ritroviamo la Quirinale.
Tornando a Diliberto e' molto interessante ascoltare cosa ha detto l'ex-Guardasigilli "comunista", 'pignolo e documentato sulla P2', a proposito della amnistia del 1990, della sentenza di Venezia in giudicato dal 13-02-1991.

Per scaricare il file audio, Pulsante destro sul link seguente e scegliere l'opzione Salva oggetto con nome
http://xoomer.virgilio.it/pcampoli/060311-Matrix-P2%201816-Diliberto-Domanda.mp3

Invito anche ad ascoltare cosa il piduista n. 1816 si permette di dire nella risposta proprio a proposito della sentenza di Venezia, senza che il 'comunista' Diliberto abbia avuto nulla da replicare.

Per scaricare il file audio, Pulsante destro sul link seguente e scegliere l'opzione Salva con nome
http://xoomer.virgilio.it/pcampoli/060311-Matrix-P2%201816-Diliberto_risposta.mp3



2 Comments:

Anonymous guerrilla radio said...

P2 P2 P2 P2 P2
P2P2P2
P2P2
P2

In effetti, Pietro
quando compaiono a dire la loro sugli schermi televisivi
gli ex ministri del governo berlusconi
che erano affiliati
sui loro faccioni lampeggiano per me queste due lettere,
p2 p2 p2.

E non importa più cosa hanno da dire.

(correva l'anno 2005)
Silvio Berlusconi (tessera n.1816): Presidente del Consiglio dei Ministri
- Fabrizio Cicchitto (tessera n.2232): deputato e vicecoordinatore nazionale di Forza Italia, nonché editorialista de Il Giornale.
- Roberto Ciuni (tessera n.2101): collaboratore de Il Giornale e Panorama
- Maurizio Costanzo (tessera n.1819): conduttore di Buona Domenica e de Il diario su Canale 5 nonché consulente per La 7.
- Giuseppe Croce (tessera n. 2071): Giudice per le Indagini Preliminari a Roma.
- Massimo De Carolis (tessera n.1815): avvocato attuale esponente di Forza Italia.
- Massimo Donelli (tessera n. 2207): attuale direttore di TV Sorrisi e Canzoni (Gruppo Mediaset).
- Publio Fiori (tessera n. 1878): deputato di Alleanza Nazionale e attuale vicepresidente della Camera.
- Roberto Gervaso (tessera n. 1813): ha una rubrica fissa su Rete 4 (Peste e corna) e sul Messaggero.
- Enrico Manca (tessera n. 2148): dirige l'associazione "Pol-Is" per il "rinnovamento della politica e della democrazia". Attualmente nelle file del partito della Margherita.
- Antonio Martino (aveva presentato domanda scritta di affiliazione, non fecero in tempo ad approvare il suo ingresso nella P2): attuale Ministro della Difesa.
- Roberto Memmo (tessera n. 1651): avvocato e finanziere dirige la "Fondazione Memmo per l'arte e la cultura".
- Paolo Mosca (tessera n.2100): oggi direttore del rotocalco Vip e titolare di rubrica fissa quotidiana su Unomattina, in Rai.
- Gino Nebiolo (tessera n. 2097): attuale giornalista de Il Foglio di Giuliano Ferrara e del Giornale di Sicilia.
- Rolando Picchioni (tessera n.2095): attuale segretario della Fondazione del Libro di Torino (ente organizzatore del Salone del Libro) e direttore esecutivo del World Political Forum.
- Angelo Rizzoli (tessera n. 1977): attuale produttore di cinema/tv per Rai e Mediaset.
- Vittorio Emanuele di Savoia (tessera n. 1621): mediatore d'affari.
- Gustavo Selva (tessera n.1814): deputato di Alleanza Nazionale, attuale presidente della Commissione Esteri.
- Alberto Sensini (piduista "interruptus", come Antonio Martino): giornalista del Gazzettino.
- Fabrizio Trifone Trecca (tessera n. 1748): medico, titolare di rubrica fissa di medicina "Vivere bene" su Rete 4.
- Giancarlo Elia Valori (fascicolo n. 0283, espulso dallo stesso Gelli): Presidente della Società Italiana Autostrade e del consorzio di telefonia "Blu" e attuale Presidente dell'Unione Industriale di Roma.


I "neo brigatisti" arrestati ieri,
avranno libertà di parola dinnazi ad un giudice
che li condannerà giustamente per banda armata e associazione eversiva a lunghi anni di prigionia.

Quegli altri, i faccioni piduisti,
anch'essi eversori,
elementi estremamente pericoli per qualsiasi democrazia senziente
non mi capacito come li potremmo ritrovare ancora domani,
sui più altri scranni a giostrare il potere politico italiano.

Tienemoci stretto questo Prodino,
un pò deludente,
ma molto meno offensivo.

ps.
Marco Travaglio una foglia di fico non condivido,
anche perchè non è certamente collocabile a far favori alla sinistra

guerrillaradio

3:21 PM  
Blogger Pietro Campoli said...

A proposito di Travaglio sta prendendo per i fondelli tanta gente : trovate un punto nei tanti libri scritti dove parli della falsa testimonianza del crimunale tessera P2 1816 e che Travaglio dica quella che hanno scritto Ruggeri-Guarino fin dal 1994 : ovvero che il criminale di Arcore ha offerto un assegno in bianco a Ruggeri e Guarino perche' non pubblicassero il libro - Altro domanda per Travaglio : perche' quando va dalla baldracca Santoro non parla del tentativo di zittire Ruggeri-Guarino attuato dal criminale di Arcore? Perche' Travaglio non dice che Santoro nel 1994, durante il Rosso ed il Nero ha permesso la diffamazione di Ruggeri, che era stato assolto fin dal marzo 1993 con sentenza della Cassazione per il libro "Berlusconi, inchiesta sul signor TV" edito dagli Editori Riuniti?

9:53 PM  

Post a Comment

<< Home